I VOLTI DELL'OPERA

FOTOGRAFIE DALL'ARENA DI VERONA
DI SIRIO, ALESSANDRA E FILIPPO TOMMASOLI

 la grandiosità delle scenografie, i protagonisti dello spettacolo, il fascino discreto del backstage

ArenaVerona_gonga_tommasoli

Le immagini raccontano quadro dopo quadro l’unicità e il fascino che caratterizzano l’Opera Lirica del Festival Areniano, rappresentata in un anfiteatro storico di tali dimensioni.  In esse appaiono immediatamente evidenti le suggestioni che l’Arena trasmette, in un divenire d’inquadrature che fanno vivere e rivivere i momenti emozionali propri ed esclusivi delle Stagioni Areniane: la grandiosità delle regie e delle scenografie appositamente realizzate da autori internazionali, il coinvolgimento di un pubblico unico al mondo, le diverse personalità dei direttori d’orchestra, i rituali, le emozioni e il glamour degli interpreti nei camerini, il palcoscenico delle prove e i protagonisti sulla scena.

“Il primo obiettivo di questo nostro lavoro è senz’altro quello di restituire al pubblico le diverse emozioni che abbiamo provato nei due anni che siamo stati immersi nel particolare fascino di questo mondo. Un mondo che intreccia, in un unico tessuto di vita quotidiana, l’anima del Romanticismo e lo stress di mettere in scena spettacoli diversi tutti i giorni, la poesia delle melodie e l’ansia degli orari cui ti richiama il concitato divenire delle scene e delle prove vissute da dietro le quinte. Si sono succeduti davanti ai nostri occhi i risultati della fatica di centinaia di persone che hanno realizzato spettacoli di grande atmosfera lirica, la presenza e gli sguardi di migliaia di spettatori che li hanno goduti e giudicati dopo lunghe code ai cancelli; il rigore professionale nei giorni delle prove, l’agitarsi nei camerini e i sorrisi stanchi e smaglianti sul palco quando il pubblico applaude. E le notti, affollate di persone, perché lo spettacolo inizia al tramonto ma fino all’alba è un via vai di donne e di uomini indaffarati a montare e smontare, dentro e fuori l’anfiteatro.

Restituire tutto questo non è facile perché non è facile raccontare la verità che sta dietro il velo luminoso che per primo appare, ti coinvolge ed emoziona e ti rende partecipe della magia che ogni sera si rinnova nell’Arena di Verona”

La mostra è promossa da Fondazione Arena di Verona e AMO Arena Museo Opera e prodotta in collaborazione con Archivio Tommasoli, con il sostegno dell’ATF Funivia Malcesine-Monte Baldo e del Consorzio Lago di Garda è.

Le fotografie, certificate Digigraphie, sono stampate ai pigmenti su carta baritata di puro cotone Hahnemuehle Baryta con tecnica digitale Fine art nel laboratorio di Archivio Tommasoli dagli autori stessi.

La rassegna si svolge fino al 15 settembre in tre prestigiose località del Lago di Garda: Malcesine, Peschiera e Sirmione.

per info
info@arciviotommasoli.it 
tel +39 045 8003687
www.arena.it

Condividi contenuti